sabato 8 novembre 2014

Lo sterminio degli indiani d'America (The extermination of the American Indians)


La civiltà del progresso ha schiacciato i pellerossa

Alla metà del secolo XIX buona parte degli indiani d'America era stato allontanato dalla propria terra e confinata in ''riserve'' disseminate in ogni parte degli Stati Uniti.
Rimanevano in libertà circa 300.000 indiani che abitavano le grandi praterie tra il fiume Mississippi e le Montagne Rocciose, popolate da sterminate mandrie di bisonti. 
Gli indiani cacciavano il bisonte in quanto ricavavano dalla sua carne, dalla pelle, dalle ossa e dai tendini quanto occorreva loro per mangiare, per ripararsi dalle intemperie, per costruire le proprie armi e per appagare il proprio estro creativo attraverso la mirabile lavorazione degli oggetti di cuoio. 
Non dedicavano alla caccia più del tempo necessario né uccidevano più animali di quanti servissero a soddisfare le esigenze vitali della tribù.
Questo territorio indiano si trovava sulla linea dell'impetuosa avanzata verso ovest della civiltà americana: valanghe di coloni, cacciatori, speculatori invasero allora le praterie, sospinti dal mito della frontiera e dal desiderio dei grandi spazi, delle risorse inesauribili, dell'oro.
Simbolo e principale veicolo di questa avanzata fu la ferrovia, che nel 1869 unì la costa atlantica e quella del Pacifico, facendo degli Stati Uniti un unico grande paese.
La fragile e frammentaria civiltà indiana cercò di opporsi all'attacco che veniva rivolto alle sue sole ricchezze, la terra e i bisonti. Le tribù più forti e combattive, guidate da capi leggendari (Nuvola Rossa, Toro Seduto) iniziarono una guerriglia che durò oltre trent'anni e si concluse con lo sterminio quasi totale degli indiani.
Tale sterminio fu provocato non solo dalle armi dell'esercito statunitense e dalle scelte operate a questo scopo dal generale Sheridan, ma anche dal progressivo venir meno delle basi economiche e culturali sulle quali si reggeva la società indiana
Dei 3.700.000 bisonti ammazzati dal 1872 al 1874, solo 150.000 furono uccisi dagli indiani. Quando un gruppo di texani preoccupati chiese al generale Sheridan se non si doveva fare qualcosa per interrompere lo strage che stavano compiendo i cacciatori bianchi, egli rispose: 

"Lasciateli uccidere, scuoiare e vendere finché i bisonti saranno sterminati, perché questo è I'unico modo per ottenere uno pace duratura e per permettere alla civiltà di avanzare".

Quello degli indiani d'America è un esempio luminoso di storia degli sconfitti raccontata dai vincitori. Su di essa gli americani hanno costruito una gigantesca contraffazione ideologica, inventando un genere cinematografico: il western. Nel western la ''guerra alla nazione indiana'' è generalmente presentata come un conflitto tra buoni e cattivi, tra i coloni e i soldati portatori della civiltà del progresso e i selvaggi indiani, pigri, feroci, infidi o - nel migliore dei cosi - fieri difensori di una civiltà inferiore e quindi destinata fatalmente a soccombere.
Solo negli ultimi anni la storiografia e I'antropologia hanno lavorato per restituire serietà scientifica e dignità culturale all'interpretazione di questa vicenda. Ne è un esempio il libro Seppellite il mio cuore a Wounded Kneedi Dee Brown.




ILLUMINISMO (Age of Enlightenment)


L'Illuminismo: porre la ragione a fondamento della vita dell'uomo

Si indica con questo termine il movimento filosofico e culturale che, a partire dalla Francia, si diffuse in tutta Europa nel corso del XVIII secolo.
Alla base delle concezioni illuministe c'è la critica al principio di autorità. Secondo la definizione data nel 1784 dal filosofo tedesco Immanuel Kant, "l'illuminismo è l'uscita dell'uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso. Minorità è l'incapacità di vaiersi del proprio intelletto senza la guida di un altro".

L'uomo - sostiene Kant - è un essere caratterizzato dalla ragione, dall'intelligenza, cioè dalla possibilità di decidere autonomamente, con la propria testa, quello che è vero, quello che è giusto.

Se rinuncia a questa possibilità, se ha bisogno di una autorità che lo guidi, che decida per lui, si condanna a rimanere in una condizione di ''minorità'': rinuncia alla crescita, allo sviluppo delle proprie potenzialità.

In questo senso, è chiaro che il significato del termine illuminismo va molto oltre quel particolare momento storico: essere illuministi, nel Settecento come oggi, significa credere che la ragione sia il fondamento della vita dell'uomo.
Nel Medioevo invece - secondo la concezione molto negativa che l'Illuminismo ne aveva - I'uomo occidentale aveva vissuto proprio una condizione di minorità, sottomesso all'autorità della tradizione, della Chiesa, del potere feudale. Per contrapposizione, quindi, gli intellettuali illuministi chiamarono il loro secolo ''età dei lumi'', ''età della ragione''.

La ragione va usata innanzitutto in senso critico e ''negativo'', per smascherare le false verità della tradizione e del potere ''illuminando'' la mente dell'uomo. Poi, in senso positivo e costruttivo, per edificare un mondo migliore, più libero e razionale.

Gli illuministi credevano infatti fermamente nel progresso: idea, a noi molto familiare, che nacque proprio in quel periodo. La storia dell'uomo, secondo questa concezione, mostra un percorso di crescita ed evoluzione. Il presente è superiore al passato: se I'uomo userà la ragione, il mondo futuro sarà sicuramente più felice, più libero, più ricco.
La critica al principio di autorità venne applicata a tutti i campi della vita dell'uomo. Sul piano religioso, per esempio, gli illuministi (soprattutto Voltaire) condussero una forte battaglia contro il fanatismo e I'intolleranza, cioè contro il rifiuto ad ammettere credenze religiose diverse dalla propria. L'intolleranza era considerata tipica delle religioni rivelate (per esempio cattolicesimo, protestantesimo, islamismo) che inevitabilmente pretendono di avere il monopolio della verità. A questo tipo di religiosità, allora dominante, il pensiero illuminista contrapponeva la religione naturale, cioè la ragionevole credenza nell'esistenza di un ente creatore, fondamento di un atteggiamento di tolleranza.

In campo politico, vennero affermati i principi della libertà e dell'uguaglianza di diritti, che saranno alla base delle esperienze rivoluzionarie di fine secolo. Particolare significato ebbe, a questo proposito, il cosmopolitismo tipico del pensiero illuminista: se è la ragione ciò che caratterizza I'uomo, allora le differenze fra popoli di cultura, storia e nazionalità diverse sono poco importanti. Conta più ciò che accomuna gli uomini di ciò che li divide e l'illuminista si sente quindi cosmopolita (cioè cittadino del mondo). 
principi di libertà ed uguaglianza che si affermano, per esempio, in Francia, in quanto principi razionali universali devono valere per tutti i popoli del mondo.

Consideriamo infine la concezione illuminista della scienza e del sapere. In questo campo gli illuministi svolsero un'opera di enorme importanza, diffondendo le grandi conquiste della scienza moderna, da Copernico a Newton.
La loro battaglia culturale in questo campo si basò sui seguenti punti:

* La scienza è indipendente dalla fede. Lo scienziato non riconosce altra autorità che la sua ragione e I'esperienza.

* Le nostre conoscenze derivano dall'esperienza e non possono andare al di là di questa. Lo scienziato deve rinunciare a ricercare l'essenza delle cose e limitarsi ad individuare Ie leggi in base alle quali avvengono i fenomeni naturali (atteggiamento empirista).

* La conoscenza scientifica è conoscenza pratica, legata alla tecnica e all'industria. Conoscere la natura vuol dire avere la capacità di dominarla e trasformarla, accrescendo la ricchezza e la felicità del genere umano.

Questi principi trovarono piena espressione dell'Enciclopedia, la più importante e caratteristica opera della cultura illuminista.

L'Enciclopedia, o Dizionario ragionato della scienza, delle arti e dei mestieri, fu pubblicata a fascicoli a Parigi tra il 1751 e il 1772 sotto la direzione dei filosofi Diderot e d'Alembert.

Gli illuministi vollero, con quest'opera, presentare un nuovo tipo di sapere, in contrapposizione a quello tipico della cultura medievale. Accanto alle ''voci'' di carattere filosofico e religioso, si trovavano quindi quelle relative alle scienze sperimentali, all'artigianato, alle macchine, ai progressi delle tecniche agricole.

Grandi tavole, disegnate dagli stessi artigiani, operai e tecnici, illustravano i concetti e li rendevano comprensibili al più vasto pubblico. Anche i collaboratori rappresentavano dunque una grande novità: che un meccanico potesse collaborare ad un'enciclopedia del sapere accanto a un teologo era una cosa straordinaria.

Infine, va ricordato il pubblico dei lettori. Venduta a dispense, in abbonamento, l'opera si rivolgeva non ai pochi dotti delle università ma ad un vasto pubblico di intellettuali, professionisti, tecnici, secondo la tipica concezione illuminista della diffusione della cultura e dei ''lumi''.

Nonostante la messa all'Indice (1759) da parte della chiesa cattolica, gli interventi della censura regia e le difficoltà editoriali, l'Enciclopedia ebbe un enorme successo e fu un potente veicolo di diffusione di una visione del sapere laica e moderna.


VEDI ANCHE . . .

ILLUMINISMO IN FRANCIA



Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)