sabato 5 aprile 2014

ALDO MANUZIO IL PRINCIPE DEI TIPOGRAFI (The prince of printers)

Aldo Manuzio in un dipinto di Bernardino Loschi (al suo fianco Alberto III Pio)

ALDO MANUZIO IL PRINCIPE DEI TIPOGRAFI 



L'arte tipografica dalla Germania passò in Italia e qui, favorita dalla passione per gli studi, vivissima in quell'epoca da noi, incontrò un notevole successo,.quantunque criticata dai più raffinati studiosi abituati allo splendore dei libri ornati di fregi e miniature. Tra i primi stampatori
italiani si ricordano il feltrino Panfilo Castaldi ed Aldo Manuzio, il principe dei tipografi, che lavorò a Venezia.

Aldo Pio Manuzio, Aldus Pius Manutius (Bassiano, presso mSezze, 1449 – Venezia, 6 febbraio 1515), è stato un editore, tipografo e umanista veneziano. È ritenuto il maggior tipografo del suo tempo e il primo editore in senso moderno. Introdusse numerose innovazioni destinate a segnare la storia della tipografia fino ai nostri giorni.


Oggi le officine tipografiche producono ogni giorno così grande quantità di libri, fogli, giornali, che riesce difficile immaginare quale stupore generasse e diffondesse nella gente meno colta e nella dotta, l'apparizione di una "cosa" non mai vista, nè prima immaginata, un libro stampato, sulla fine del Quattrocento.
Ancor meno riusciamo a immaginare, accanto allo stupore delle menti ansiose o vaghe di novità, il profondissimo disprezzo degli artisti, dei calligrafi, delle persone di buon gusto per quella "cosa" venuta fuori da un torchio, tetra nel nero del suo inchiostro maleolente, disteso su una materia arida e vile fatta di cenci e di colla che era la carta. Bisogna aver visto uno dei libri manoscritti più luminosi di miniature e di fregi, per poter figurarsi la ripugnanza degli occhi abituati allo splendore dei colori e degli ori sulla pergamena, per un libro stampato, per uno di quei libri che noi accarezziamo come piccoli tesori chiamandoli incunaboli.
Aldo Manuzio non fu un tipografo, fu il capo e il direttore di una stamperia; e senza essere egli stesso un tecnico ebbe, perchè era un artista, la concezione artistica del libro, il senso perfetto delle esigenze estetiche e delle possibilità pratiche di una tipografia. Egli non ha mai composto una riga di sua mano, ma ha intuito il valore tecnico della stampa come strumento di civiltà, lo ha capito nelle sue minute e delicate raffinatezze estetiche.
Nessuno poteva prevedere alla fine del Quattrocento che la stamperia futura di Aldo sarebbe vissuta in gloria di secoli assai più di parecchi principati allora esistenti... Aldo ebbe la sensazione della potenza di espansione della stampa, e volle valersi di quel nuovo strumento di cultura con la volontà consapevole di rivelare i tesori della sapienza greca a una scolaresca universale, infinita... Questo era lo stato d'animo col quale egli si accingeva a tentare l'impresa nuova della sua vita.


Marca tipografica di Paolo Manuzio

Dato che Aldo è nato nel 1449 e accertato che la prima data su un libro da lui stampato è il 1494, si vede che lo stesso numero di anni all'incirca sono stati necessari alla stampa per arrivare a un grado di perfezione tecnica quasi definitiva, al Manuzio per concepire e maturare e in gran parte attuare un piano di lavoro editoriale gigantesco.
L'invenzione dei caratteri mobili, dovuta al Gutenberg, è assegnata dagli storici all'anno 1436. Prima di allora si stampava la pagina incisa su legno, più spesso figurata che scritta. Ma esistevano pure libri scritti soltanto, incisi totalmente su tavole di legno. La novità che sostituiva
alla tavola rigida e immutabile l'elasticità, l'agevolezza e la snodatura della pagina composta di tanti pezzi quante sono le lettere e gli spazi bianchi della scrittura che la occupa, era tuttavia per ragioni tecniche di scarsa utilità, perchè i tipi mobili erano pure di legno e dovevano essere incisi) uno per uno, si logoravano presto, e venivano a costare molto.

Nel 1449 l'incisore Scheffer ebbe l'idea di fare i caratteri di metallo. Questo perfezionamento segna l'inizio del vertiginoso sviluppo della stampa e fu trovato l'anno stesso in cui Aldo nasceva.
Sweynheim e Pannartz chiamati dalla Germania per desiderio di Paolo II dai monaci benedettini di Subiaco, giunsero al monastero, e vi impiantarono la prima tipografia che sia mai esistita in Italia nel 1464 e si traslocarono a Roma nel 1467. Frattanto altre tipografie sorgevano a Venezia (1469), a Trento (1470), a Foligno (1470), a Firenze (1471).
Tutte queste tipografie riunite non produssero tra il loro sorgere e il momento nel quale Manuzio si dedicò alla stamperia, cioè in una trentina di anni, più di poche centinaia di volumi, e se si ricerca quali furono questi volumi si ha un'idea confusa, ma interessante, dello stato intellettuale dell'epoca.

La stampa pose il problema che è il problema fondamentale dell'Editoria. Per il pubblico cercare quel che desidera; per I'editore indovinare e prevenire quel desiderio, producendo ciò che il pubblico cercherà. Ma quando si presentò il problema per la prima volta, il pubblico non cercava nulla, e chi stampava non aveva nessuna intenzione di indovinare i suoi desideri. 
I monaci che fecero stampare a Subiaco la grammatica di Donato, il De oratore di Cicerone obbedirono a un suggerimento determinato dalla loro esperienza di insegnanti.
Successivamente furono riprodotti, dai mirabili manoscritti miniati, libri sacri; la Bibbia e i Libri d'oro, cioè di preghiere. E le loro leggi.

I primi libri che si sono stampati con un certo criterio, sono stati dunque per le scuole elementari e per la chiesa e per i tribunali: subito dopo si stamparono alcuni classici latini e greci e il Petrarca e Dante.
Queste pubblicazioni hanno l'aspetto di scandagli disordinati nelle esigenze del pubblico, e nel gusto delle persone colte.
Per intendere la loro saltuarietà e il loro disordine bisogna ricordare che la stampa incontrò fierissime avversioni fra gli artisti e le persone di buon gusto, perchè i suoi prodotti apparvero di una bruttezza volgare agli ammiratori e ai raccoglitori dei codici miniati.
 Il duca di Urbino diceva che mai avrebbe tollerato nella sua libreria una simile bruttura: un libro stampato. Nè fra i dotti tutti capirono il valore dell'invenzione, nè per animo furono disposti a misurarne la utilità.
Occorreva, perchè le possibilità dell'invenzione si rivelassero, che ad essa si rivolgesse una mente vasta, un animo da apostolo, uno spirito di maestro: AIdo Manuzio. 


L'INVENZIONE DELLA STAMPA (Gutenberg - The invention of printing)

Johann Gutenberg 

L'INVENZIONE DELLA STAMPA 

Johann Gutenberg (Johann Gensfleisch zur Laden zum Gutenberg) (Magonza, 1394-1399 circa – Magonza, 3 febbraio 1468).

Consideriamo la questione dell'invenzione della stampa. Produsse enorme impressione fra le genti del quindicesimo secolo, perchè ai loro occhi rivestì I'aspetto d'una manna del cielo; proprio nel momento in cui tutti erano avidissimi di libri, ecco il compiacente signor Pelle d'oca - o Gansfleisch che dir si voglia - provvedere il metodo di moltiplicare i rari testi originali esistenti, e ridurre alla portata di tutte le borse il valore del loro contenuto. E naturalmente Herr Gutenberg - ebbe pienamente ragione di cambiare il suo nome - continua ad essere considerato uno dei massimi benefattori dell'umanità.

Invenzione utile fu quella della stampa a caratteri mobili: invece di incidere una pagina da stampare su una tavola, come un disegno, Johann Gutenberg (Johann Gensfleisch zur Laden zum Gutenberg) (Magonza, 1394-1399 circa – Magonza, 3 febbraio 1468) è stato un orafo, inventore e tipografo tedesco, inventore della stampa a caratteri mobili, a cui dobbiamo l'inizio della tecnica della stampa moderna), nobile di Magonza, verso la metà del secolo XV ideò, da disporre su telai, e ancora utilizzabili dopo l'uso per infinite altre "composizioni", i caratteri mobili. Invenzione questa che semplificò il processo di stampa, aumentò la produzione dei libri, riducendone il costo, e contribuì alla diffusione della cultura in tutte le classi sociali che parteciparono più intensamente alla vita sociale, economica, intellettuale.
  
Il torchio di Gutenberg 

Ma il titolo, più che a lui, che si limitò a trasferire dalla mano dell'uomo alla mano meccanica la noiosa mansione di copiare, spetta all'oscuro eroe che prima si tormentò il cervello con lo scabroso problema di tradurre in segni i suoni della bocca. Al signor Gutenberg spetta nel migliore dei casi una menzione onorevole. Dell'eroe non conosciamo il nome. Non importa sapere chi fu, dove nacque e morì...
Poichè questa pagina non è scritta in lode di Gutenberg, mi limito ad affermare che I'arte della stampa è molto più vecchia di quanto generalmente si crede.
I Cinesi furono i primi a stampare le immagini usando cubetti di legno.. 
Non sappiamo se gli Europei ne copiarono il metodo; certo è che nel Duecento e nel Trecento le immagini dei Santi venivano riprodotte con l'aiuto di tavolette di legno sulle quali un qualche artista scansafatiche aveva in precedenza inciso le immagini stesse.
Il diffondersi del sapere, la ripresa dei traffici - eventi che si manifestarono nel Quattrocento - determinarono la ricerca d'un rapido e non costoso metodo di riproduzione delle cose scritte. Ed è questo che Gutenberg e i suoi rivali fornirono al mondo. A riprova della mia affermazione mi sia lecito richiamare l'attenzione sul primo documento che uscì dai torchi di Gutenberg. Era un modulo per la richiesta di Indulgenza, compilato non diversamente dagli altri moduli di richiesta telegrafica, che serviva a centinaia di migliaia di persone: il farli a mano avrebbe richiesto un mucchio di tempo e di quattrini.


Il torchio di Gutenberg 

Tuttora il torchio non smentisce le sue origini. È una specie di bocca, nera d'inchiostro, che sputa informazioni, istruzioni, barzellette, con la stessa disinvoltura con cui la bocca pronuncia saggi detti e insulse svenevolezze.
È probabilmente una di quelle invenzioni che non periranno mai, ma verrà senza fallo alleggerita di molte delle sue funzioni dalle altre vere bocche artificiale che si chiamano radio e televisione.


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)