martedì 26 ottobre 2010

CARMINA (Pomponia Grecina) - Giovanni Pascoli

CARMINA
Editore Mondadori


Esiste anche un Pascoli latino.
Contro la morte che è dietro di noi e in noi stessi, nella poesia egli fa rivivere nella memoria ciò che era morto in noi e prima di noi.
La poesia è la sola, la vera vitttoria umana (e, in quanto umana, anche essa provvisoria) contro la morte.
Questa è la poetica che presuppongono i "Carmina".
Lo dice il poeta stesso nella dedica iniziale, lo dice sempre nelle sue liriche latine..., il poeta dapprima rivede come spettatore scene di vita romana, ma poi la rievocazione si interiorizza, e il Pascoli risente nel suo cuore e nel suo corpo antiche pene di schiavi.
Proprio questo interiore riemergere di un'antica sofferenza colma d'un balzo lo iato dei secoli, e distrugge ogni sospetto di compiacimento archeologico nella ricostruzione di quel mondo perduto.
I "Carmina" sono nella maggiore e migliore parte d'argomento latino: usare il latino era dunque per il Pascoli naturale e necessario, del tutto conforme alla poetica delle cose.
il suo bisogno di "libertà linguistica" poteva soddisfarsi in una "lingua morta" perchè era, in realtà, bisogno di concretezza linguistica.
Da tale punto di vista tutta l'opera del Pascoli, di questo poeta così disperso, mi appare con una meravigliosa coerenza, e il latino del "Carmina", lungi dall'essere prezioso giuoco umanistico, risponde ad una vitale esigenza dell'ispirazione pascoliana.
Ho visto la genesi dei "Carmina" nel bisogno di integrare e risanare il difetto sentimentale e religioso che il poeta avvertiva in sede critica nella letteratura latina.

Dal "Carmina" ho estrapolato il carme "Pomponia Grecina" che mi è piaciuto in modo particolare.
Non si può rimanere indifferenti alla lettura di questo carme del Pascoli.
Come non riflettere, ad ogni passo, sulla vita, sull'essere umano, sul suo destino?


POMPONIA GRECINA

Pomponia Grecina passò la vita vestita a lutto, e in atteggiamento di mestizia, da quando un delatore la accusò di seguire culti stranieri, e il marito Aulo Plauzio la obbligò ad una pubblica abiura.
Essa si occupava solo del figlio Aulo, che aveva per compagno di giochi Grecino, figlio di suo fratello.

Per costringerla a sacrificare pubblicamente agi dèi, il marito la minaccia di separarla dal figlio. Ottenuta l'abiura, le impone di non frequentare più la casa paterna, sospettata di debolezza verso culti stranieri, e di non lasciare più che il piccolo Aulo giochi con il cuginetto Grecino.

Il bambino non capisce il motivo di questa separazione, e fa continue domande; vuole che la madre gli racconti, per farlo addormentare, le parabole evangeliche, come faceva prima. Poi si rassegna, e poco per volta dimentica.

Ma la madre misura il passare degli anni, ed attende con angoscia il giorno del giudizio, in cui lei, e il figlio, moriranno.

Il giorno sembra arrivare fra le fiamme. Roma brucia; e subito dopo, innocenti vengono gettati nel circo, in pasto alle belve, crocifissi, bruciati vivi. I martiri testimoniano ciò che Grecina aveva negato; ed ora si addormentano nell'attesa del Signore.

Grecina non può resistere a questi pensieri. Segretamente esce da Roma sotto gli archi di Porta Capena. Vaga fra i sepolcri, arriva in un luogo a lei noto. Scende nei sotterranei, vede i simboli, le iscrizioni che aveva cercato di cancellare dal cuore. Sui sepolcri è scritto VIVI IN PACE. Ma gli ultimi sepolti invece di queste iscrizioni hanno una fiamma che spande profumi ed una fiala tinta di sangue recente.

Grecina avanza ancora, e sente un canto. Donne aspergono di profumi il corpo di un giovane morto da poco, lacerato dalle unghie delle belve. Grecina ha paura di riconoscerlo. Chiede: « Che ha fatto? » Le rispondono: « Ha confessato Cristo ». Avvicinatasi vede la lapide con il nome: POMPONIOS GRAEKEINOS.


COMMENTO

Non si può rimanere indifferenti alla lettura di questo carme del Pascoli.
Come non riflettere, ad ogni passo, sulla vita, sull'essere umano, sul suo destino?
Grecina, matrona, romana, da quando ha abbracciato il Cristianesimo, ha compreso il vero significato della vita.
Ma coloro che la circondano, incapaci di penetrare la fonte inesauribile dalla quale Grecina attinge la sua serenità e la sua modestia, l'accusano di seguire “la religione degli straccioni”.

Il marito, Aulo Plauzio, diventa suo giudice.

“Perché fuggi tutti e sola vivi con te stessa? Vivi?”
Ecco la domanda stupefatta che le rivolge Aulo Plauzio, incapace, l'animo della sposa.

“La, vita, risponde Grecina, io non l'amo né l'odio e solo dov'essa conduca, questo importa”.

“La vita è una via”. L'uomo, composto di materia e di spirito - di corpo e di anima - non cessa di vivere anche quando il suo corpo, corrut­tibile, si disgrega.
Lo spirito, immortale, ha una meta da raggiungere…,una meta che sorpassa, trascende la vita terrena.

Ecco perché Grecina - che in un momento di debolezza, per amore del figlio, incensa gli dei – “nel fondo dell'animo, da allora, sempre più triste, si strugge”.

Si strugge perché ha dato più valore agli affetti terreni che ai motivi soprannaturali, ha rinnegato la sua fede…, cioè la sua vera vita.
Si strugge, anche se nessuna cosa desiderata, nella ricca casa dello sposo, le manca, perché è cosciente che l'essere umano, composto di spirito e materia, camminando nella terra, intraprende la via che conduce al cielo.
E la propria meta l'uomo deve raggiungere, anche a costo del sacrificio.

Ammirevole è il fulgido esempio di coerenza e di amore profondo di Pomponio Grecino, nipote della matrona.

Nel luogo di riunione dei Cristiani, cioè nelle Catacombe, dove Grecina si reca spinta da una irresistibile forza spirituale e da un sincero bisogno di espiazione, le madri, piangenti, cospargono di profumi soavi il corpo esanime di un fanciullo.

È il corpo di Grecino.

“Che ha fatto?”

“Ha confessato il Cristo”, che è sempre stato, da quando lo ha “incon­trato”, vita della sua vita.


In questo carme scritto in latino, Giovanni Pascoli, anche dove vuole essere solenne, rimane sempre tenero...., anche questa volta la minuta osservazione lessicale è la chiave con cui noi riusciamo a penetrare nel sentimento stilistico, cioè nell'animo del poeta.
Le parole che Plauzio rivolge alla moglie dopo l'abiura terminano con un'esortazione alla serenità..., Pomponia Grecina presentisce la morte eterna a cui l'abiura ha condannato lei e il figlio: dai primi versi alla scena finale davanti al cadavere di Grecino, questo è il leitmotiv di questo poemetto latino, cioè una vita che è morte per i pagani, e una morte che è vita per i cristiani.


VEDI ANCHE . . .

GIOVANNI PASCOLI - Vita e opere

GIOVANNI PASCOLI: la poesia del "fanciullino"

________________________________________________

DONNA ALLA FINESTRA (Woman at a window) - Caspar David Friedrich

    

DONNA ALLA FINESTRA (1818)
Caspar David Friedrich (1774 - 1840)
Staatliche Museen di Berlino
Olio su tela cm 44 x 37
CLICCA IMMAGINE per un'alta risoluzione
Pixel 2500 x 1760 - Mb 1,93


Il dipinto è ambientato in un interno, lo studio con la vista sull'Elba che il pittore Caspar David Friedrich occupò a Dresda dal 1820 in poi, insieme al paesaggista norvegese J.C. Dahl.
La donna, raffigurata di spalle rispetto allo spettatore, è la moglie dell'artista, Caroline, la quale, appoggiata alla finestra, volge il suo sguardo verso il fiume.
Friedrich inserisce spesso nei suoi quadri dei personaggi colti appunto di spalle, assorti nella contemplazione di un tramonto o di un chiar di luna sul mare come il famoso "Monaco sulla spiaggia" oppure "Viandante sul mane di nebbia".
Il pittore prende spunto dalla realtà, dalla rappresentazione della natura, per trasfondere in essa il senso cosmico che egli aveva del creato, il suo sentimento religioso dell'infinito.
Anche nell'apparente semplicità di questo dipinto Friedrich propone una lettura intrisa di significati simbolici.
L'interno dello studio rappresenta l'oscurità, ovvero la finitezza dell'esistenza terrena che può ricevere la sua luce solo attraverso Cristo, al quale allude l'intelaiatura cruciforme della finestra, e lo sguardo della donna punta verso la vita eterna.
Lo scorcio di paesaggio oltre la finestra è l'allegoria della vita post-mortem cui la donna, come tutta l'umanità d'altronde, aspira e che può essere raggiunta solo attraverso un viaggio; le tappe sono qui simboleggiate dalle navi che si intravedono sul fiume.
Indubbiamente la malattia ha contribuito notevolmente ad accentuare l'indole malinconica del pittore, sempre ossessionato da temi come lo scorrere del tempo, il cammino della vita, la sfera ultraterrena.

  
 Viandante sul mane di nebbia (1818)
 Wanderer above the Sea of Fog
Caspar David Friedrich 
Hamburger Kunsthalle -  Amburgo
Olio su tela cm 95 x 75



"Donna alla finestra" fu esposto nel 1822 da Friedrich alla mostra allestita presso l'Accademia di Dresda.
Nel 1823 il poeta Friedrich de La Motte-Fouqué compose un sonetto sul significato simbolico dell'opera.
Fino al 1906 il dipinto appartenne alla collezione della famiglia del fratello dell'artista, Heinrich Friedrich.
Dopo tale data fu donato allo Staatliche Museen di Berlino, sede presso la quale è ancora conservato.


VEDI ANCHE ...

CASPAR DAVID FRIEDRICH - Vita e opere

ABBAZIA NEL QUERCETO - Caspar David Friedrich

MONACO SULLA SPIAGGIA - Caspar David Friedrich

SUL VELIERO - Caspar David Friedrich


CRISTO IN CASA DI MARTA E MARIA (Christ in the House of Martha and Mary) - VELAZQUEZ

        


CRISTO IN CASA DI MARTA E MARIA (1620 circa)
Diego Rodriguez de Silva VELASQUEZ (1599 - 1660)
NATIONAL GALLERY LONDRA
Tela cm. 60 x 103,5
CLICCA IMMAGGINE per un'alta risoluzione
Pixel 1520 x 2550 - Mb 1,78



L'opera è caratterizzata dal curioso inserimento della piccola scena sacra nella grande rappresentazione che ha per soggetto due figure femminili e una natura morta.
La stessa soluzione è presente nel dipinto della Collezione Belt dove la "Cena in Emmaus", chiusa in un riquadro, si contrappone all'intera scena dominata da una domestica al lavoro tra le sue stoviglie.
È probabile che simili soluzioni siano state dettate dalla necessità di assecondare determinate esigenze del committente, ma più verosimilmente questi stratagemmi sono stati ideati dal pittore per occuparsi di ciò che più gli è congeniale, ovvero l'osservazione della realtà quale essa è veramente.
Infatti vediamo che lo stile si fa più autentico ed efficace nella descrizione suggestiva dei pesci deposti sul piatto, delle bianchissime uova, dell'aglio appena aperto, della brocca, ma anche del mortaio in cui la mano tozza e piccola della giovane donna sta lavorando.
Il volto della giovane si rivolge poi, ambiguo e triste, verso di me spettatore quasi per volermi coinvolgere nella propria malinconia.
E' un accorgimento che avvicina il dipinto a una rappresentazione teatrale direttamente comunicativa nei confronti dello spettatore.

Questi elementi sono realmente innovativi rispetto alla pittura contemporanea a Velasquez, tutta impegnata a tener fede ai precetti accademici, come testimoniava palesemente lo stesso Pacheco, maestro di Velasquez.
Essendo stato dipinto nel periodo sivigliano il quadro mantiene ancora le tonalità bruno-rossastre delle opere giovanili.

L'incidenza della calda fonte luminosa concentrata sulle figure femminili, con effetti notevoli di chiaroscuro e ombreggiatura, genera un netto contrasto tra l'episodio centrale, immerso nello scorrere del tempo, e il riquadro della storia sacra dove la luminosità uniforme conferisce un aspetto pacato.



L'opera

II dipinto fu donato alla Nazional Gallery di Londra nel 1892 da Sir William Gregory che lo aveva acquistato nel 1881 dalla vendita della collezione del colonnello Packe.
Ma la sua uscita dai confini spagnoli può essere avvenuta durante i normali tafferugli della guerra d'indipendenza.

Attualmente la National Gallery conserva dello stesso artista...
"San Giovanni Evangelista a Patmos"...
"Cristo alla colonna" (Cristo e l'anima cristiana)...
" Ritratto di Filippo IV in piedi"...
"Caccia reale al cinghiale"...
"Ritratto dell'Arcivescovo Fernando de Valdes Y Llanos"...
"Venere allo specchio"...
"Busto di Filippo IV"...
"L'ammiraglio Andrian Pulido Pareja".


VEDI ANCHE ...

ESOPO - Diego Velàzquez

IL PRINCIPE BALTASAR CARLOS A CAVALLO -  Diego Velàzquez

LA FUCINA DI VULCANO -  Diego Velàzquez

RITRATTO DELLA REGINA MARIANNA D'AUSTRIA -  Diego Velàzquez   

LAS MENINAS -  Diego Velázquez


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)