sabato 7 agosto 2010

LA TENTAZIONE DI SANT'ANTONIO (The Temptation of St. Anthony) - Hieronymus Bosch



LA TENTAZIONE DI SANT'ANTONIO (1505-1506)
Hieronymus Bosch (1450-15416)
Pittore fiammingo
Museo Nazionale d’Arte Antica di Lisbona
Olio su tavola cm 131,5 x 53
Clicca immagine per un'alta risoluzione
Pixel 2500 x 1350 - Mb 1,58


Il “Trittico delle Tentazioni” è tra le opere più esplicative della cultura figurativa tardo gotica del noto pittore fiammingo Hieronymus Bosch.
Come in molti dei suoi dipinti lo stile è quello concitato delle numerose figure che compongono il quadro e delle notazioni cromatiche realizzate con forti contrasti chiaroscurali e di colori, secondo una interpretazione del tutto visionaria e fantastica.
Il tema qui raffigurato si riferisce alle tentazioni di Sant'Antonio presentate sotto forma di tante singole scenette ognuna delle quali ha un carattere indipendente.
Nel pannello centrale una costruzione a piani rialzati che termina con un rudere costituisce il ‘focus’ della scena in cui appare la figura del Santo ricurva e inginocchiata.
Accanto è una tavola imbandita che il Santo non guarda ma anzi rinnega volgendosi dall'altra parte e, benedicendo, sembra alludere al Crocifisso raffigurato dentro al rudere.
Tutto intorno molteplici sono le tentazioni che si offrono a Sant'Antonio come un incubo notturno: figure mostruose e infernali e animali feroci compongono la pittura nei primi piani mentre un incendio rischiara lo sfondo.
Nel pannello sinistro in primo piano il protagonista è sostenuto dai confratelli dopo essere stato lasciato cadere dai demoni che lo hanno trasportato in volo, come si vede nel cielo soprastante.
L'altro scomparto raffigura la mediazione del Santo che nonostante il suo voluto ritiro spirituale è ancora circondato dalle tentazioni: una tavola apparecchiata è sostenuta da figure demoniache.
Le pitture continuano anche nel retro degli scomparti laterali con temi più strettamente religiosi.
Realizzate in ‘grisaille’ sono inserite entro una cornice a sesto acuto e su uno sfondo scuro, la cui originarietà è incerta.

Il “Trittico” è firmato nella parte centrale.
La datazione proposta dagli studiosi oscilla tra il 1505 e il 1506, di poco posteriore al “Trittico delle delizie”.
Forse appartenuto intorno al 1525 a Damiao de Gós, umanista portoghese, il complesso pittorico era nelle mani di Ferdinando II verso la metà dell'Ottocento.
Passato in seguito al re Manuel fu donato da questi al Museo di Arte Antica di Lisbona.
Del dipinto esistono circa quindici repliche sia in forma parziale che integrale.


FONTI E SIGNIFICATO

Il tema delle tentazioni di Sant'Antonio si basa sul racconto di Sant'Atanasio e sulla “Leggenda Aurea”.
Dietro al racconto delle tentazioni è la chiara allusione al contrasto tra bene e male, tra la presenza del demone sulla terra e la lotta dell'anima per resistergli, conflittualità che più affliggeva l'uomo alla fine del Medioevo.

Al di là dell'interpretazione magica, grottesca e fantastica, abbiamo modo di credere che il pittore fiammingo, per la realizzazione di certe figure e di certi animali fantastici, si attenesse ai vari repertori di cui disponeva: dai bestiari delle cattedrali ai codici miniati, dai testi di alchimia alle illustrazioni astrologiche.


VEDI ANCHE ...

La vita di HIERONYMUS BOSCH

I SETTE PECCATI CAPITALI (1475-1480) - Hieronymus Bosch

LA MORTE DELL'AVARO (1490 - 1500 circa) - Hieronymus Bosch

ARCADIA - Jacopo Sannazaro

ARCADIA
Jacopo Sannazaro


La "Arcadia" è una specie di romanzo autobiografico, scritto in lingua volgare, nel quale Jacopo Sannazaro narra come, per sollevare lo spirito da un infelice amore, ha riparato in Arcadia (regione della Grecia, tradizionalmente sacra ai pastori)..., e più precisamente sul monte Partenio.
In quei luoghi, il poeta assiste alle conversazioni, alle feste dei pastori, e ascolta i loro canti alternati, ed egli stesso una volta si proietta dentro e si mette a cantare.

I pastori sono Ergasto, triste per la recente morte della madre Massilia..., e Gallizia innamorato della ninfa Amaranta, e Opico vecchio e saggio, e Carino, anche egli, come il Sannazaro, adoratore di una ninfa crudele, e altri.
Gli avvenimenti del romanzo sono pochi, e poco interessanti per me..., come le feste a Pale, dea dei pastori..., la descrizione del bosco e della statua di Pan, a cui si riannoda il mito de' suoi amori per la dea Siringa, convertitasi in canna sonora per sfuggirgli (dalla quale canna egli compose la zampogna: qui l'autore divaga a parlare di Téocrito e di Virgilio, i due grandi poeti pastorali e georgici)..., i giuochi funebri in onore di Massilia, imitazione di quelli dell'Eneide celebrati da Enea in onore di Anchise suo padre.
L'autore dapprima è sconosciuto tra i pastori..., poi si rivela, e narra a Carino la sua storia, e dei suoi maggiori, e il suo amore non corrisposto e la sua fuga da Napoli.
Ma a dimenticare egli non riesce.
Un lugubre sogno gli inspira i più tetri presentimenti.
Svegliatosi per il terrore, e girando per le campagne, si imbatte in una Ninfa, che lo trae con sé, per vie sotterranee e misteriose: dove egli vede le origini dei fiumi, e sa dei giganti che giacciono fulminati sotto l'Etna e il Vesuvio..., passano, insomma, sotto il mare, per riuscire al Sebeto, il nume del quale narra che la Ninfa amata dal poeta non è più.
Un canto fra due pastori sul dolore di Melibeo (cioè del Pontano) per la morte di Filli (cioè della moglie) chiude il romanzo..., al quale segue una prosa alla zampogna, dove l'autore si riconosce il merito di aver per primo in Italia rinnovato (si deve intendere nella lingua volgare) la poesia pastorale.

Il romanzo è costituito da dodici prose, nelle quali si diffonde il racconto..., espresso purtroppo con molta più eleganza boccaccesca, che con vigore.
Ad ogni prosa segue un canto (egloga)..., ora di un solo pastore..., più spesso di due: talvolta in morte di ninfe e di pastori, più spesso in lamento di ninfe crudeli.
È preferita in questi canti la terzina in versi sdruccioli: che forse dovrebbe dare immagine della asprezza e della rozzezza pastorale..., ed è metro a lungo andare che non mi piace molto: anche perché, per la difficoltà delle rime, costringe il poeta ai più crudi latinismi.
Talvolta però sono più armoniche serie di endecasillabi rimati al mezzo, oppure canzoni alla maniera petrarchesca.

L'Arcadia è prodotto essenzialmente letterario.
Perciò nei secoli letterati ebbe grande fortuna..., e in Italia e fuori.
Basterà accennare al canzoniere del Sannazaro..., riproduzione dei motivi e degli schemi della poesia petrarchesca.
Per la storia della poesia popolare napoletana hanno qualche importanza le sue farse (o rappresentazioni sceniche di fatti allusivi alla storia del tempo).


VEDI ANCHE . . .

JACOPO SANNAZARO (Napoli 1457-1530) - Vita e opere

GIOVANNI PONTANO - Umanista napoletano

IL MORGANTE - Luigi Pulci

Angiolo Ambrogini detto IL POLIZIANO (1454 - 1494)

FRANCESCO PETRARCA - Vita e opere

____________________________________________________

JACOPO SANNAZARO (Napoli 1457-1530) Massimo esponente dell'Umanesimo napoletano.

    
   

 JACOPO SANNAZARO, poeta (Napoli 1457 - Napoli 1530)
Massimo esponente dell'Umanesimo napoletano.


Minore di Giovani Pontano come poeta, del quale vi ho parlato qualche opinione fa, fu migliore di lui, come uomo, Jacopo Sannazaro.
Egli rimase sempre fedelissimo alla casa degli Aragonesi: specialmente al secondo figlio di Ferdinando, Federico, che fu poi re.
Sotto l'effimero governo di Carlo VIII, protestò (sia pure in versi latini) contro i balzelli, con i quali il re francese opprimeva i suoi colicittadini.
Nella seconda venuta dei Francesi, con Luigi XII, offrì i suoi servigi, e i soldi ricavati dalla vendita dei suoi castelli, a Federico..., e lo seguì esule, in Francia, e là dimorò con lui fino alla sua morte.
Egli ritornò poi a Napoli, gli studi e la religione occuparono gli ultimi suoi anni.
Morì nel 1530.

Sull'esempio e per l'influenza del suo amico, il Pontano, "Actius Sincerus" (come si chiamava in accademia il Sannazaro) scrisse molto in latino.
Ebbero già molta celebrità le sue "Eclogae piscatoriae", dove al mondo dei pastori, che sino allora aveva occupato quel genere, è sostituito quello dei pescatori..., non perciò le pescatorie sono meno convenzionali delle pastorali.
Scrisse tre libri di "Elegie" e tre di "Epigrammi" (comprendendosi sotto tale nome ogni sorta di liriche brevi)..., ma tra le opere latine spicca un poema in tre libri sul parto della Vergine (De partu Virginis), al quale lavorò vent'anni, e tuttavia non gli parve perfetto, e fu pubblicato dopo la sua morte.
L'annunciazione, la visita di Maria a Santa Elisabetta, la nascita di Gesù a Betlemme sono i momenti principali del racconto: i quali non sono ritratti con la semplicità della poesia e dell'arte popolare - sinceramente religiose -, ma amplificati ed innalzati con magnificenza epica: cioè deformati.
Le parentesi e le divagazioni compensano - o vorrebbero compensare - la povertà della favola.

Così nel primo libro il poeta ci trasporta nell'Inferno, dove si sparge la notizia della prossima nascita del Cristo e David profetizza la morte di lui e la sua venuta a liberare le anime dei giusti Ebrei.
Nel secondo libro si accenna al censo che Augusto aveva imposto a tutte le città soggette a Roma, e per cui Maria e Giuseppe si recano a Gerusalemme per denunziarsi..., ed ecco l'occasione di descrivere, con molta dottrina geografica e storica, le regioni del mondo romano, tra cui primeggiano la Grecia e l'Italia.
Dinanzi al bambino appena nato, due pastori, Egone e Licida (forse il Pontano e il Sannazaro), cantano la nuova età dell'oro, che sarà iniziata da Cristo (traducendo in gran parte la egloga quarta di Virgilio)..., e più tardi il Dio del fiume Giordano rimembra quello che un giorno gli cantò Proteo, intorno ai principali miracoli di Gesù.
Con tali espedienti è compendiata tutta la storia evangelica.

In realtà il "De Partu Virginis" è più un prodotto letterario che poetico.
Le bellezze, talvolta squisite, sono nei particolari, nelle similitudini, nell'armonia del verso.
Si sente ad ogni passo Virgilio.
Negli ultimi versi del "De Partu Virginis" il poeta lascia intendere di aver osato troppo, e che egli è chiamato all'ombra di Posillipo e alla pace della sua Mergellina.
Egli si sentiva meglio in una poesia di tono minore..., della quale l'espressione più piena è la "Arcadia", scritta in volgare, della quale vi parlerò in una prossima opinione.


VEDI ANCHE . . .

ARCADIA - Jacopo Sannazaro

GIOVANNI PONTANO - Umanista napoletano

IL MORGANTE - Luigi Pulci

Angiolo Ambrogini detto IL POLIZIANO (1454 - 1494)

FRANCESCO PETRARCA - Vita e opere

_________________________________________________
Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)