martedì 15 settembre 2009

MADONNA IN TRONO (Madonna Enthroned) - Masaccio

MADONNA IN TRONO (1426)
MASACCIO (1401 - 1428)
Pittore italiano
NATIONAL GALLERY di LONDRA
Tempera su tavola cm. 135 x 73


CLICCA IMMAGINE alta risoluzione

Pixel 1769 x 2500 - Mb 1,90


Il Polittico di Pisa, di cui la Madonna in trono costituiva lo scomparto centrale, rappresenta senz'altro l'opera del corpus masaccesco più studiata dalla critica moderna, per i problemi di ricostruzione che esso presenta.
Ad arco acuto e a sfondo dorato la tavola è completamente occupata dal trono rappresentato in tutta la sua grandezza e nella forma tipicamente rinascimentale: sopra un gradino decorato a incisione e presentato in prospettiva dal sotto in su il trono mostra un taglio semplice e dritto e ornato da colonnine su due ordini.
Avvolta nel manto di un blu intenso la Vergine sorregge il Bambino che in un atteggiamento assai naturale infila le dita di una mano in bocca mentre con l'altra stringe il simbolico uccellino.
Lo sguardo di Maria si perde alla sua sinistra fuori dal campo pittorico forse riferendosi al Santo dello scomparto laterale.
Di notevole interesse risulta la grande aureola che contiene un'iscrizione.
Ai piedi del trono due angeli musicanti siedono sulla pedana rialzata cosicché il loro piano di appoggio non si vede, ma solo si immagina.
Ai lati, entro uno spazio forzato, altri due angeli a mani giunte guardano verso il centro della composizione.

Il momento artistico in cui si colloca il dipinto di Masaccio corrisponde agli ultimi anni della sua intensa ma purtroppo fulminea attività artistica, dovuta come è noto ad una morte precoce che lo colse a soli ventisette anni.
Sebbene legato, forse a causa della volontà del committente, a schemi ancora chiaramente tardo trecenteschi come denota soprattutto il fondo oro e la struttura a polittico, il pittore non rinuncia alle innovazioni prospettiche di cui è uno dei massimi promotori.
Oltre l'impianto prospettico, di grande innovazione sono la forte incidenza del raggio proveniente dalla sinistra del dipinto che colpisce sia le figure che il trono e la rappresentazione compositiva scarna e geometrica.


L'OPERA

Del polittico, commissionato dal notaio pisano Giuliano di Cosimo degli Scarsi da San Giusto per la sua cappella nella chiesa del Carmine di Pisa, è stato individuato il documento relativo al pagamento dell'opera avvenuto nel dicembre del 1426.
Si deve probabilmente alla fine del XVI secolo la rimozione e il conseguente smembramento del grande complesso pittorico.
Il pannello centrale con la Madonna in trono ha fatto parte della Collezione Woodburn ed è passato poi al reverendo Sutton di Brant Broughton come opera di Gentile da Fabriano.
Nel 19161a tavola fu acquisita dalla National Gallery con la definitiva attribuzione a Masaccio.


LA RICOSTRUZIONE DEL POLITTICO

Si deve al Vasari la prima sommaria conoscenza del polittico nella sua integrità.
Lo scrittore aretino infatti nel corso del Cinquecento aveva visto l'opera ancora nella sua completezza e aveva potuto descriverne il contenuto.
Innanzitutto dal Vasari apprendiamo che il polittico si trovava, nella cappella pisana, sopra un altare con paliotto decorato dal fiorentino Cola d'Antonio e la cortina dipinta da un Mariano di Piero della Valenza.
A doppio ordine e corredato di cuspidi il polittico presentava ai lati quattro Santi da identificarsi con San Pietro, il Battista, San Giuliano e San Niccolò, oggi del tutto perduri.
Al centro della parte superiore era la Crocifissione, oggi al Museo Capodimonte di Napoli..., ai lati quattro Santi a mezzobusto e, infine, due pinnacoli con figure di altrettanti Santi.


VEDI ANCHE ...

MASACCIO - Vita e opere

SS. TRINITA' (1427 - 1428 circa) - Masaccio

CROCIFISSIONE (1426) - Masaccio

SANT'ANNA , LA MADONNA E IL BAMBINO (1424 - 1425 circa) Masaccio


CROCIFISSIONE (Crucifixion) - Masaccio

CROCIFISSIONE (1426)
Masaccio (1401 - 1428)
Museo Nazionale di Capodimonte - Napoli
Periodo rinascimentale
Tavola cm. 83 x 63


CLICCA IMMAGINE alta risoluzione

Pixel 1784 x 2420 - Mb 2,78


Secondo la descrizione del Vasari, la "Crocifissione" era originariamente collocata in alto, superiormente alla parte centrale con la "Madonna e il Bambino", ora alla National Gallery di Londra, come è dimostrato dalla drammatica figura del Cristo con la testa incassata fra le spalle.
La tragicità delle figure che si stagliano sul fondo oro, si concentra nel dolore straziante della Maddalena, inginocchiata al centro ai piedi della croce.
Quest'ultima, che presenta il nimbo di diversa fattura rispetto alle altre figure, fu probabilmente aggiunta in un secondo tempo dal1'artista, per accentuare la profondità prospettica della composizione.
Il polittico nel suo insieme prevedeva inoltre un doppio ordine di pannelli con Santi a mezzo busto ed a figura intera e al centro della predella la "Adorazione dei Magi", ora nei Musei Statali di Berlino.
In alto ai lati della "Crocifissione" erano forse collocati il "San Paolo" di Pisa ed il "Sant'Andrea" di Malibu, anch'essi cuspidati.
Prima del restauro, effettuato ne11953 - 1958, non era visibile l'Albero della Vita sulla sommità della Croce, perché oscurato da una tabella con la scritta «INRI» (Gesù il Nazareno, Re dei Giudei).


L'OPERA

La "Crocifissione", insieme al polittico di cui fa parte, fu commissionata a Masaccio dal Notaio Ser Giuliano di Colino della Confraternita degli Scarsi da San Giusto, per l'altare della cappella che egli aveva fatto costruire nel 1425 nella chiesa del Carmine di Pisa.
Fu iniziata nel febbraio del 1426, mentre il saldo fu effettuato al maestro l'11 dicembre dello stesso anno.
Verso la fine del Cinquecento, a seguito del restauro della Chiesa, il dipinto fu probabilmente spostato dalla sua originaria collocazione e i vari pannelli andarono dispersi.
La "Crocifissione", entrò in possesso del De Simone, passando poi nel 1901 al Museo di Capodimonte.
Fu riconosciuta dal Venturi come opera di Masaccio e da Suida come frammento del polittico pisano della chiesa del Carmine.
Dello smembrato polittico di Pisa sono stati attualmente rintracciati undici pannelli, che hanno permesso agli studiosi di formulare delle ipotesi di ricostruzione del complesso, che fu lodato come rappresentazione di cose "vive e vere".


L'INFLUENZA DEL MASACCIO


"Ha inventato la pittura.
È nella scura cappella decorata da Masaccio che Raffaello, Leonardo da Vinci, Signorelli, Michelangelo
vennero a cercare 1'iniziazione [...] ....
A venticinque anni lui conosceva già ciò che i più grandi scoprirono solo all'avvicinarsi della vecchiaia, cioè che la pittura è il paesaggio, il modellato perseguito, l'ombra che circonda le forme, gli involucri del silenzio, l'unione alle forme [...]".
(Élie Faure, Storia dell'arte).

Morto a Roma a soli 27 anni, Masaccio fu uno dei più grandi artisti e innovatori dell'arte rinascimentale.


VEDI ANCHE ...

MASACCIO - Vita e opere

SS. TRINITA' (1427 - 1428 circa) - Masaccio

MADONNA IN TRONO (1426) - Masaccio


SANT'ANNA , LA MADONNA E IL BAMBINO (1424 - 1425 circa) Masaccio


SS. TRINITA' (Holy Trinity) - MASACCIO

SS. TRINITA' (1427 - 1428 circa)
MASACCIO (1401 - 1428)
Pittore italiano
CHIESA DI S. MARIA NOVELLA di FIRENZE
Affresco cm. 667 x 317

Immagine ad alta risoluzione



L'affresco, situato sulla parete sinistra della navata della chiesa di Santa Maria Novella, è già ricordato nelle fonti più antiche (Albertini, Billi, Anonimo Magliabechiano, Vasari).
La rappresentazione si svolge all'interno di una imponente riquadratura architettonica di gusto classico con volta a lacunari, archi a tutto sesto, colonne ioniche e lesene scanalate con capitelli corinzi.
Questa architettura dipinta, dall'effetto fortemente illusionistico, è realizzata con una perfetta padronanza dei mezzi prospettici: si veda l'ardito scorcio della volta a botte.
Per questi motivi si è talora pensato ad un intervento diretto di Filippo Brunelleschi, o persino a qualche suggerimento di Leon Battista Alberti.
Per la prima volta nella storia della pittura occidentale le figure dei committenti assumono un così grande rilievo: esse infatti sono eseguite con notevole realismo e nella medesima scala dei personaggi sacri, costituendo così il tramite fra l'osservatore e la scena rappresentata.
Masaccio vuole provocare nello spettatore l'illusione di una vera e propria cappella che si apre nella parete della chiesa, e realizza questo suo intento sia con un grande virtuosismo nello scorcio prospettico, sia con l'adozione di una "misura umana", in perfetta consonanza con la contemporanea filosofia umanistica.

Già il Vasari elogiava la "volta a mezza botte tirata in prospettiva, e spartita in quadri pieni di rosoni che diminuiscono e scortano così bene, che pare sia bucato quel muro".

Nella "Trinità" Masaccio unisce in una sola opera le tre arti del Disegno, cioè scultura, pittura e architettura..., ed è proprio questa unione che conferisce all'affresco un valore emblematico, quasi un "manifesto" della rinascita artistica del primo Quattrocento.
La datazione dell'opera è controversa e oscilla fra il 1425 e il 1428..., forse fu eseguita negli anni 1427-28, subito prima della partenza di Masaccio per Roma.


L'OPERA

Non conosco con precisione il committente dell'affresco.
Sono state avanzate solo alcune ipotesi: frate Lorenzo Cardoni, priore di Santa Maria Novella dal 1423 al 1426, o Domenico Lenzi, la cui sepoltura era un tempo vicino al dipinto e recava la data 1426.
Adesso si pensa che abbia avuto un ruolo fondamentale nella committenza frate Alessio Strozzi, teologo, uomo colto ed appassionato d'arte, amico del Ghiberti o del Brunelleschi.
Lo Strozzi potrebbe avere commissionato l'affresco a Masaccio per il tramite dello stesso Brunelleschi e potrebbe inoltre avere consigliato il tema iconografico.


SCOMPARSA E RISCOPERTA DELLA TRINITA'


Alla metà del Cinquecento le due figure dei committenti ai lati della "Trinità" erano parzialmente nascoste da un ornamento dorato.
Dal 1570 in poi l'affresco fu del tutto coperto da un altare in pietra e da un dipinto vasariano.
Queste sovrastrutture per fortuna non danneggiarono irreparabilmente l'affresco di Masaccio che, riscoperto nel 1861, fu staccato dalla parete e collocato nella controfacciata della chiesa.
Nel 1951 fu riportata alla luce anche la figura della Morte dipinta al di sotto della "Trinità", scoperta che consentì di conoscere la struttura compositiva dell'affresco nella sua completezza. In seguito al ritrovamento della Morte l'affresco fu ricollocato nella sua posizione originaria.


VEDI ANCHE ...


MASACCIO - Vita e opere

CROCIFISSIONE (1426) - Masaccio

MADONNA IN TRONO (1426) - Masaccio


SANT'ANNA , LA MADONNA E IL BAMBINO (1424 - 1425 circa) - Masaccio


Jean-Louis Ernest MEISSONIER (1815 - 1891) Pittore francese


Autoritratto (1889)

Jean-Louis Ernest MEISSONIER
(1815 - 1891)

Pittore francese

Olio su tela











Jean-Louis Ernest Meissonier, pittore, scultore, incisore e litografo francese, nacque a Lyon il 21 febbraio 1815 e morì a Parigi il 31 gennaio 1891.

Era un bambino di tre anni quando i suoi genitori decisero di lasciare la città natale per trasferirsi a Parigi. Egli fu perciò educato a Grenoble, poi al collegio di Thiais e infine, nel 1832, entrò come impiegato nella ditta di drogherie e prodotti chimici che suo padre aveva aperto a Parigi.

Imparò il disegno con Julien Poitier e stette per qualche tempo nell'atelier di Coignet.
Lavorò a lungo al Louvre, copiando quadri fiamminghi e olandesi.

Poiché suo padre si opponeva fermamente alla sua vocazione di pittore, gli inizi della carriera di Meissonier furono piuttosto duri.
Dovette infatti adattarsi a dipingere ventagli e immaginette sacre.

Nel 1834 debuttò al Salon di Parigi.

Contemporaneamente lavorò su incarico dell'editore Curmer ad una serie di illustrazioni per libri.

I soggetti preferiti di Meissonier furono senza dubbio le scene di genere, anche in costume, i ritratti, i paesaggi. Egli infatti si ispirava palesemente all'antica pittura fiamminga e olandese nella minuziosa rappresentazione dei dettagli e negli accuratissimi paesaggi.

Nella campagna d'Italia del 1859 fece parte del seguito di Napoleone III, nel ruolo di pittore degli eventi bellici. Da quel momento Meissonier divenne soprattutto pittore militare e di storia.

Celebri le sue tele sull'epopea napoleonica, fra cui il ciclo delle grandi battaglie (Austerlitz, Jena, Friedland, Wagram).

Nel 1889 Meissonier fu uno dei fondatori della Société Nationale des Beaux-Arts.

Morì a Parigi il 31 gennaio 1891.


VEDI ANCHE ...


LA CAMPAGNA DI FRANCIA DEL 1814 (1864) Jean-Louis Ernest MEISSONIER


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)