sabato 2 febbraio 2008

PARAPSICOLOGIA – Ai confini del sensibile



Alcune note…e poi alcune curiosità…e poi alcune... e poi...e...


Solo una parte dell’universo in cui viviamo è percettibile dai nostri sensi, mentre altre manifestazioni sfuggono alle nostre facoltà umane. Eppure l’uomo normale è dotato di un potere che non utilizza quasi mai e che pure gli permetterebbe di percepire oggetti a distanza o attraverso i muri, influenzare il movimento degli oggetti senza toccarli, proiettare i suoi pensieri e i suoi sentimenti sul sistema nervoso di un altro essere umano, e infine talvolta conoscere avvenimenti futuri.

La “parapsicologia”, termine oggi usato universalmente in sostituzione di “metapsichica”, è appunto la scienzache studia le straordinarie possibilità, in gran parte ancora sconosciute, dei nostri sensi, di cogliere una dimensione “diversa” della realtà.

La vecchia “metapsichica” si occupava di sedute spiritiche, di “medium”, ossia di persone dotate di facoltà extrasensoriali, di case abitate dagli spettri. Invece la “parapsicologia” si limita all’esame di fenomeni meno spettacolari, ma controllabili e riproducibili, e cerca di trovare una classificazione sistematica e delle leggi costanti per alcune manifestazioni spontanee ancora inspiegabili. Non bisogna infatti dimenticare che le osservazioni e gli esperimenti di un tempo troppo raramente presentano le condizioni necessarie per una sperimentazione scientifica, e lasciavano invece una parte troppo importante all’arbitrio e al giudizio personale.

La parapsicologia è entrata nella vera e propria fase scientifica per opera dello scienziato americano Rhine e della sua scuola, la Duke University, che hanno messo a punto metodi sperimentali rigorosi e fondati sulla statistica, attraverso un paziente lavoro di trent’anni.

Rhine è partito dalla convinzione che la facoltà “psi”, ossia l’attitudine ad esibire capacità paranormali, cioè fuori della normalità, è diversa una diversa misura in tutti gli uomini. Servendosi di un particolare strumento statistico, le cinque “carte di Zener”, già normalmente usate nei test psicologici, è riuscito a mettere in evidenza la facoltà “psi” in un gran numero di soggetti ed a studiarla più facilmente. Ma che cosa sono le “carte di Zener”? .. Sono carte che rappresentano, in nero su fondo bianco, un quadrato, una stella, delle linee ondulate, un cerchio e una croce. Si usano a gruppi di venticinque e sono accuratamente mescolate e chiuse in sacchetti di carta nera. Il soggetto dispone i cinque segni secondo uno schema fissato in precedenza e contemporaneamente, a notevole distanza di lì, il suo partner compie la medesima operazione, ma senza conoscere l’ordine seguito dal compagno. Dopo l’esperimento, si controllano i risultati. In tal modo sono state effettuate centinaia di migliaia di prove, ripetute per trent’anni con le più rigorose precauzioni scientifiche. E finalmente, dopo anni di discussioni e incertezze, l’autorevole AAAS (Associazione Americana per il progresso della scienza) ha accolto a larghissima maggioranza l’Istituto di Parapsicologia come un’organizzazione di studi che applica rigorosi metodi di ricerca.

Uno dei primi obiettivi delle ricerche di parapsicologia è dato dai fenomeni di telepatia, ossia di trasmissione del pensiero tra n “emittente” e un “ricevente” umani.

L’esperimento più clamoroso è stato portato a termine tra il 25 luglio e il 10 agosto 1959, quando, senza alcuna possibilità di trucco, con precisione assoluta, si è verificata una trasmissione di pensiero attraverso lo spazio, senza intermediario materiale, da un cervello ad un altro cervello. Durante quei sedici giorni, il soggetto “Smith” (i veri nomi dei protagonisti non sono stati rivelati), chiuso in un laboratorio dell’Università di Durham, nella Carolina del Nord, si metteva davanti ad un apparecchio automatico che mescolava le carte di Zener. Due volte al giorno, lo Smith guardava fissamente la carta emmessa dall’apparecchio e si concentrava intensamente sui segni rappresentati. Alla stessa ora, il tenente Jones, rinchiuso in un sottomarino immerso a centinaia di metri di profondità, a duemila chilometri dal laboratorio, cercava di indovinare la carta fissata da Smith e notava il risultato delle sue divinazioni. Sette vlte su dieci il tenente Jones indovinò esattamente!

Se si tiene conto del fatto che le onde radio non possono penetrare attraverso molte centinaia di metri di acqua marina, si può valutare l’assoluta attendibilità di questo esperimento di comunicazione tra cervelli umani!

Né bisogna dimenticare la “psicocinesi”, ossia la possibilità di muovere oggetti a distanza con la sola forza mentale.

La verifica dei fenomeni di chiaroveggenza e di psicocinesi è stata effettuata in laboratorio, con scrupoloso rigore scientifico, ma esistono anche innumerevoli manifestazioni spontanee, che mettono in luce doti paranormali di alcuni soggetti. L’indiano Ramanujan, un uomo completamente sprovvisto di cultura, partendo da un libro di testo incompleto, riuscì a rifare, quindi a superare il percorso del pensiero matematico nell’arco della conoscenza umana, compì scoperte sensazionali per cui fu eletto membro della Società Reale delle scienze, e nominato professore a Cambridge. Edgar Cayce, un contadino del Kentucky di un’ignoranza totale, curò e guarì, in stato di sonno ipnotico, più di quindicimila malati. Durante il sonno, la sua mente entrava automaticamente in contatto con qualsiasi cervello umano vivente e utilizzava le informazioni necessarie per la diagnosi e il trattamento dei casi che gli si presentavano durante il giorno. La sua mente aveva così la funzione di un calcolatore elettronico, che “vedeva” e “selezionava” le informazioni utili.

Sir Arthur Eggar, un ufficiale della RAF, imbarcandosi sulla nave “Patricia” per raggiungere il suo reparto di stanza in Birmania, il giorno prima di partire aveva avuto lo strano presentimento che sarebbe capitato un incidente durante il viaggio. Infatti, poco prima di toccare Aden, la nave si incagliò su un fondo roccioso.

Uno studente mantovano fu svegliato alle cinque del mattino da strane invocazioni di aiuto. Si alzò dal letto e girovagò un po’ per casa senza scoprire nulla, poi sentì di “doversi” sdraiare sul divano del salotto, invece che in camera da letto. Poco dopo, il soffitto della camera da letto crollò rovinosamente. Il ragazzo era sopravvissuto grazie a una “premonizione” del futuro.

Nel 1947 fu compiuto in laboratorio un esperimento di psicocinesi da aprte di un medico francese, Paul Vasse. Dopo aver seminato del frumento in alcuni vasi e aver constatato lo sviluppo delle piantine, Vasse si rivolgeva una volta al giorno ad un gruppo di piantine con parole di incoraggiamento, ad un altro gruppo con l’ordine di non crescere. Dopo qualche tempo le piantine “incoraggiate” erano in pieno rigoglio, quelle “inibite”! risultavano molto ritardate.

Da ultimo, conviene accennare alle manifestazioni spontanee di psicocinesi, che sfuggono alla verità scientifica sperimentale, , ma sono senz’altro autentiche. Pensiamo al caso della ragazza francese, che nel novembre del 1973 riferì alla polizia lo strano comportamento di una seggiola di casa! Tale seggiola non permetteva alla ragazza di sedersi, e traballava, si inclinava, si sollevava per aria fino a farla cadere.

Un medico irlandese, tornando a casa in bicicletta, nel giugno del 1953, urtò contro un sasso e cadde a terra. Rialzandosi, vide che la bicicletta proseguiva da sola la sua corsa. Tornat a casa, constatò che la bici era tranquillamente sistemata in garage.

Nell’agosto del 1956, un ragazzo undicenne, ospite dei nonni in Val di Susa, sprofondò in un sonno popolato di incubi. Da quel momento, nella casa si scatenò il pandemonio: le coperte dei letti si sollevavano, piatti e bicchieri volavano per la cucina, la lucerna sparì nella notte, ecc.

Questi tre episodi hanno avuto testimoni attendibili, pertanto sono realmente accaduti. Altre volte, la fantasia ha la sua parte nella trasfigurazione della realtà. Tuttavia, è innegabile che esistono forze misteriose non ancora controllate dall’uomo, e che attendono di essere scoperte.

X X X

RITRATTO DI SIGISMONDO PANDOLFO MALATESTA - Piero della Francesca

     
RITRATTO DI SIGISMONDO PANDOLFO MALATESTA (1451)
PIERO DELLA FRANCESCA (1415/1420 circa – 1492)
Museo del Louvre – Parigi
Tavola cm. 44,5 x 34,5



Fino al 1889 la tavola che raffigura SIGISMONDO PANDOLFO MALATESTA era nelle collezioni imperiali russe a San Pietroburgo, ma già all’inizio del secolo scorso era nella collezione D’Ancona a Milano; acquistata nel 1930 dalla famiglia fiorentina Contini-Bonacossi, è stata da questi venduta nel 1978 al Louvre.
A Parigi il ritratto è stato sottoposto a un delicato restauro che oltre a mettere in luce l’ottima qualità, ha ribadito l’attribuzione a Piero della Francesca. Dopo la rimozione delle ridipinture che ne offuscavano la piena leggibilità, il dipinto si è rivelato come uno dei vertici della produzione pierfrancescana. La qualità pittorica straordinaria lo rende unico nel panorama della ritrattistica italiana del Quattrocento, nonostante il rispetto della tradizione iconografica del tempo che imponeva il personaggio di profilo e a mezzo busto. Dal 1977, anno dell'intervento di pulitura, l'autografia del ritratto, prima assai controversa, ha trovato il pieno consenso della critica. Per la sua realizzazione Piero si valse di una tecnica mista, utilizzando, in aggiunta alla tradizionale tempera all'uovo, un legante oleoso che consentiva sia un trattamento assai più duttile della materia pittorica sia particolari effetti di trasparenza nella resa "epidermica" dell'incarnato.

La piccola tavola raffigura SIGISMONDO MALATESTA, signore di Rimini, ritratto di profilo e abbigliato con un vestito alla moda, ricamato con fili d’oro. I tratti fisionomici sono tracciati con estremo rigore formale in sintonia con il simmetrico taglio di capelli.
Nell’insieme i caratteri dell’opera affondano le proprie radici nella cultura tardogotica, ma l’impostazione della figura ripete moduli in voga a Firenze nel primo Rinascimento, dove Piero della Francesca aveva compiuto il proprio apprendistato, e l’attenzione per i particolari è di chiara matrice fiamminga, in particolare è evidente il rapporto con il naturalismo della pittura di Rogier Van der Weyden.

L’esecuzione del ritratto cade al tempo del soggiorno di Piero a Rimini, dove era stato chiamato da SIGISMONDO MALATESTA per affrescare la chiesa di San Francesco. L’edificio sacro, oggi noto come Tempio Malatestiano, era oggetto di profondi mutamenti in quanto l’attenzione del condottiero era quella di trasformare l’edificio sacro in una sorta di tempio dedicato alla famiglia, progetto affidato a Leon Battista Alberti.
Piero qui affrescò SIGISMONDO PANDOLFO MALATESTA INGINOCCHIATO DAVANTI A SAN SIGISMONDO RE DI BOEMIA (1451) e forse la piccola tavola del Louvre può essere considerata una sorta di modello preparatorio per questo lavoro di maggior impegno…, inoltre è stato notato che il profilo del principe ripete il modello utilizzato da Matteo de’ Pasti per il ritratto inciso nella medaglia commemorativa emessa in occasione dell’inaugurazione del Tempio Malatestiano.
Il ritratto è stato assegnato a Piero della Francesca solo alla fine del 1800 da Giovanni Morelli, attribuzione ribadita dal Longhi in occasione della presenza alla mostra “Quattro maestri del Rinascimento” allestita a Firenze nel 1954.

PIERO DELLA FRANCESCA ( vedi biografia completa ) di Borgo San sepolcro, nel 1439 fu aiuto di Domenico Veneziano a Firenze, ed è ragionevole credere che prima fosse con lui a Perugia, dove poté conoscere Domenico di Bartolo e Stefano di Giovanni, detto “il Sassetta”. Appassionato per l’anatomia e la prospettiva, scrisse il trattato “De quinque corporibus”, e Luca Pacioli (“De Aritmetica”, 1492) lo chiama matematico superiore. Egli possiede la tranquillità del primitivo, ed i corpi analizzati nell’organismo e nel movimento si bagnano di luce. La semplicità delle linee, la chiarezza traslucida del colore ed i tipi astratti non mutano in questo campione della scuola realista, che fa qualche concessione all’antico, se interroga Vitruvio, e che chiede al suo tempo i concetti, le composizioni, le vesti, le armi e le fisionomie. Il BATTESIMO DI CRISTO (Londra, National Gallery), notevole tanto per la visione prospettica del colorista, che smalta di cirri il cielo e gradua per l’intensa spiritualità dei tre angeli, annuncia opere maggiori. Verso il 1454, s’iniziano gli affreschi con la LEGGENDA DELLA SANTA CROCE (Arezzo, San Francesco), già rappresentata da Agnolo Gaddi nel coro di santa Croce in Firenze. Nella limpida atmosfera la stereometria dei corpi e della cose ha una freschezza armonica d’aspetti e di azione. La MORTE D’ADAMO, sintetica ed immobile, determina i valori esatti della forma umana; l’INCONTRO DI SABA E SALOMONE ci presenta le caratteristiche giovani dal lungo collo, dall’alta fronte conversa e nuda, e dagli sguardi attoniti; la VITTORIA DI COSTANTINO SU MASSENZIO, riduce il Tevere ad un torrentello per sceneggiare il soggetto: la fuga degli sconfitti ed il “gran rapporto” dell’imperatore, intorno al quale si ammassano, in un bosco di lance alte nell’aria grigia, i cavalieri che spiegano gli stendardi e si mostrano nell’acciaio brunito delle armature. L’influsso delle battaglie di PAOLO UCCELLO e del macchinoso naturalismo di Andrea del Castagno si riscontrano nella VITTORIA D’ERACLIO SU COSROE, dove i particolari più feroci si confondono in un impeto voluto, che si rasserena nell’equilibrio professionale degli episodi. Il SOGNO DI COSTANTINO crea il gioco del chiaroscuro, il primo notturno della pittura italiana, e la RESURREZIONE DI CRISTO (Borgo San Sepolcro) è monumentale negli scorci e quasi trasparente nella vita del colore. Il ritrattista insuperato di FEDERICO DA MONTEFELTRO e di BATTISTA SFORZA (Firenze, Uffizi) compie con la sua scienza un’originale ADORAZIONE DI GESU’ (Londra, National Gallery)…, la Vergine s’inginocchia dinnanzi al Bimbo, a cui gli angeli senza ali cantano l’inno della gloria, accompagnandolo sui liuti…, ed in quel ritmo soave i piani scandiscono le distanze.


VEDI ANCHE . . .




Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)