giovedì 24 gennaio 2008

LA FORNARINA - LA VELATA di Raffaello Sanzio

  
Io… Raffaello


E' un giorno di primavera del 1551, a Roma…, una di quelle stupende giornate che spingono la gente a uscire all'aria aperta, a respirare il venticello frizzante che viene dalle colline, a sognare scampagnate e, perché no?, una eccitante avventura d'amore.

La primavera, si sa, è la stagione che fa brillare di una luce misteriosa gli occhi delle donne e rende gli uomini estremamente sensibili al loro fascino.
Ed eccomi qui, come uno di questi uomini, colpito dalla magia della primavera. Cammino per le vie d'oltre Tevere con passo tranquillo e aria svagata. Ogni tanto mi fermo, mi guardo attorno, respiro più forte, quindi riprendo il cammino. Se qualcuno mi guardasse da lontano, mi prenderebbe per un perdigiorno, un vagabondo…, invece sono semplicemente uno che in quella mattina non ha la voglia di andare a lavorare.E chi potrebbe darmi torto in una giornata simile? Ma ecco, mi fermo di nuovo, mi par di aver fiutato qualcosa di straordinario. Mi trovo vicino ad un muretto di un orto, al di là del quale intravedo una di quelle modeste casette che sorgono lungo il Tevere. Tutto è silenzio.
Il luogo sembra deserto. Invece non è così. In mezzo all'orto, accanto ad un ruscello, c'è una stupenda ragazza che sussurra a mezza voce una canzone. Ella non immagina di essere guardata da un estraneo, e in ogni suo gesto vi è una spontaneità che ne rivela l'istintiva grazia.
Passano parecchi minuti ed io non parlo. Sono incantato. Poi piano piano mi muovo e decido di rivelare la mia presenza. Con voce alterata dall'emozione e con parole gentili chiedo alla ragazza come si chiama. Lei risponde brevemente… "Margherita". E sorride. Sorride con civetteria. Ha riconosciuto in me il grande Raffaello, il pittore che tutta Roma si contende, l'artista dal quale ogni donna sogna di essere ritratta.
Ma anche lei, Margherita Luti, a suo modo non è una sconosciuta. La fama della sua bellezza si è sparsa per un largo raggio intorno alla casetta sul Tevere e molti giovani vengono perfino da lontano per farle la corte, per cercare di strapparla al fidanzato Tommaso Cinelli, un umile garzone che presta servizio nelle tenute del ricchissimo banchiere senese Agostino Chigi.Strana coincidenza…, tra i miei clienti più facoltosi, io conto proprio il potente banchiere, che adesso mi ha affidato la decorazione di una sua villa, la celebre Farnesina (come sarà poi chiamata dal nome dei proprietari che succederanno al Chigi, i Farnese). Ed è appunto alla villa che mi stavo recando, nella luminosa mattina, quando la visione di Margherita ha richiamato così prepotentemente la mia attenzione.Raffaello, a Roma lo conoscono tutti, e sanno che sono un tipo facile alle cotte. La protezione del Papa, i lauti guadagni che mi procura la mia arte, una naturale disposizione alla magnificenza mi hanno portato a condurre un'esistenza principesca. Amo il lusso, e considero grigia e inutile la vita senza il complemento di uno stuolo di belle donne. Per me l'arte trasfigura l'amore e l'amore dà sempre nuove linfe all'arte.
Dipingo con la straordinaria e miracolosa limpidezza del genio cui tutto riesce facile. E facile e allegra sembra destinata rimanere sempre la mia vita.
All'inizio nessuno ha preso troppo sul serio il mio innamoramento per la bella Margherita Luti, meglio conosciuta come la "Fornarina", dalla professione del padre, un bravo fornaio originario di Siena. Invece si tratta di un vero e proprio colpo di fulmine e il primo ad occuparsi è Agostino Chigi, dopo essersi accorto che io, pittore, per corteggiare la ragazza, trascuravo scandalosamente il lavoro alla Farnesina. Con la spregiudicata energia di un vero signore del Rinascimento, egli allora interviene nella faccenda e, come primo atto, toglie dalla scena il legittimo fidanzato Tommaso Cinelli, relegandolo in una sua tenuta di Albano.
Ma non basta. Io ho letteralmente perso la testa e vedo un rivale in ogni giovane che s'accosta alla Fornarina e non riesco a trovare pace nemmeno quando la Fornarina è completamente mia. E' troppo bella, la immagino esposta a mille tentazioni e fiuto dovunque il tradimento. Non può cedere ad un altro come ha ceduto a me? Io so che alla Fornarina non dispiace vedermi ai suoi piedi, me, Raffaello, il più corteggiato pittore di Roma. Forse, con malizia tutta femminile, si diverte a stuzzicarmi, a istillare in me il veleno sottile della gelosia. Ma può darsi che anche lei soffra dei lunghi distacchi, che desideri essermi sempre vicina, contemplarmi mentre col pennello creo le mie figure immortali.
Questa comunione di vita è il mio sogno. Agostino Chigi se ne è accorto e interviene una seconda volta, autorizzando la permanenza della Fornarina al mio fianco. Così la nostra relazione diviene pubblica, sfacciata addirittura. Se ne parla molto in giro, naturalmente, senza che tuttavia lo scandalo assuma proporzioni tali da danneggiarmi. Sono tempi in cui i peccati d'amore trovano più comprensione che condanna.
Ora, io vivo la mia grande stagione d'uomo e di pittore. Poiché non ce la faccio da solo a sbrigare tutte le commissioni che mi piovono addosso, mi servo largamente della collaborazione di un gruppo di discepoli agguerriti, alcuni dei quali possiedono un notevole talento pittorico. Intanto conduco una vita sempre più splendida, smanioso come sono di primeggiare e di apparire unico agli occhi della Fornarina.

La mia amante appare soddisfatta e non chiede altro. Forse intuisce che io coltivo in segreto l'ambizione di essere nominato cardinale, cosa possibile in questi tempi anche a chi non è sacerdote, purché senza moglie., ma lei non si dà pensiero. In fondo, essa non tende al matrimonio…, le basta amare ed essere amata.
Ma intanto il potente cardinale Bibbiena si è messo in mente di darmi una moglie e precisamente la sua pronipote Maria Dovizi…, una creatura gentile, sottomessa, dal carattere dolce, ma dalle scarse attrattive fisiche. Fatto oggetto di continue pressioni, dio bono, finisco con l'accondiscendere a un mezzo fidanzamento e adesso il porporato insiste affinché io esca dall'incertezza e conduca la ragazza all'altare.
La situazione comincia a farsi delicata. Ora che mi vedo con le spalle al muro, faccio ricorso personalmente al Papa, facendogli presente che non mi sento ancora maturo per il matrimonio.
Il Pontefice mi ottiene una dilazione, per cui ora posso continuare indisturbato la mia relazione con la Fornarina.
E' una passione che mi brucia dentro, questa che ho contratto con la bella figlia del fornaio di Trastevere, una malattia che nessuna medicina potrà mai guarirmi. In ogni figura di donna che mi vien da dipingere, ci metto sempre qualcosa di Margherita…, ai miei occhi essa incarna l'eterno femminino, è la sorgente viva della mia ispirazione. La porto chiusa nel mio cuore, non ho più nemmeno bisogno di guardarla per riprodurne i tratti, ogni angolo segreto della sua pelle.
E lei che cosa fa intanto? Continua a ricambiarmi con una passione assoluta, esclusiva, come la mia? Oppure si volge verso nuove emozioni?
Tra i miei discepoli comincia a poco a poco a serpeggiare il sospetto. C'è chi non se la sente di giurare sulla fedeltà della Fornarina. Si sussurra che ella abbia concesso i favori al banchiere Agostino Chigi, il quale, appunto per questo, ha agevolato la sua relazione con me. Ma come provarlo? E, soprattutto, chi ha il coraggio di mettermi in guardia, io che sono il loro maestro?
Poi il dramma scoppia in seno agli stessi discepoli. Il bolognese Carlo Tiraboschi, che è venuto a Roma per mettersi alla mia scuola, ha osato alzare gli occhi sulla Fornarina e, a quanto pare, la donna non rimane insensibile alla sua corte. Ma un altro mio discepolo, Pierino del Vaga, si è accorto del tradimento e si fa giustizia da se, affrontando il Tiraboschi e, dopo averlo rimproverato per il suo comportamento, lo ferisce a morte durante un duello.
Ma ormai la mia meravigliosa avventura con Margherita volge al termine. Io non ho mai avuto una grande salute, e la vita disordinata finora condotta e l'enorme mole di lavoro che sbrigo, a poco a poco mi hanno corroso inesorabilmente la fibra. Un giorno arrivo a casa stremato, colpito da un attacco violentissimo di febbre…, i medici aggravano ulteriormente il mio stato praticandomi, secondo l'uso del tempo, un abbondante salasso.
"Avrebbe avuto bisogno di bistecche e invece gli hanno cavato del sangue!"… commenta il mio biografo Giorgio Vasari. Vero o falso che sia, il fatto è che ora non riesco più ad alzarmi. Prima che la morte mi colga chiedo i Sacramenti, voglio fare la fine di un buon cristiano. Ma penso anche a Margherita, e le lascio nel testamento una somma di denaro che le permetterà di vivere decorosamente.

La mia anima mi abbandona il 6 aprile 1520, ed ho appena trentasette anni, e vedo tutta Roma piangere per la mia morte precoce. Mi fanno dei funerali imponenti. Dietro il mio feretro camminano le più alte autorità del Vaticano. Poi infine segue il popolo… una scorta degna di un sovrano. A un tratto il corteo funebre viene sconvolto da un pianto disperato si una donna la quale, sfuggendo ad alcuni uomini che l'avevano in custodia, cerca di raggiungermi. E' Margherita che vuole darmi il suo ultimo tributo di affetto e di dolore. Segue un momento di confusione generale. Poi un personaggio molto autorevole si avvicina alla mia bella Fornarina e le sussurra che il Papa ha intenzione di avviare il processo di santificazione per me, Raffaello, e che solo per tal motivo lei deve scomparire dalla scena.
E' stata una pietosa bugia, ma mi par di capire che Margherita ci abbia creduto. La vedo trattenere i singhiozzi e sparisce nell'ombra.
Per sempre.
Il più celebre ritratto della Fornarina da me dipinto, è "La donna velata" che si conserva a Firenze, nel Palazzo Pitti. Un altro ritratto di Margherita si può ammirare nella Galleria Borghese di Roma…, in esso ella appare completamente nuda, con gli occhi grandi e scuri e una morbida bocca sensuale. Naturalmente, c'è chi mette in dubbio che sia di mia paternità, del resto, su questa popolana che ha avuto tanta influenza sulla mia vita e sulla mia arte, vengono trasmesse scarse notizie, spesso contraddittorie, ma io so quale sia la verità.
Ciò che conta veramente è il fatto che il mio romanzo d'amore con la Fornarina sopravvive a tutte le ricostruzioni più o meno arbitrarie, ed io mi beo della giusta eternità.


1 commento:

Anonimo ha detto...

meraviglioso....
Sonia

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)