giovedì 20 dicembre 2007

L'URLO ( Der Schrei der Natur ) - THE SCREAM - Edvard Munch


L’URLO (1893) Edvard Munch (1863-1944)Munchmuseet - Oslo
Tavola cm. 83,5 x 66

Edvard Munch viene considerato uno dei precursori dell’Espressionismo, soprattutto da quello tedesco (Die Brucke), per l’aggressività e la violenza deformante delle sue immagini, sempre pervase di malinconia e inquietudine.
Il suo atteggiamento polemico e violentemente antiborghese lo portò ad un’esistenza schiva e decisamente poco mondana. Il senso tragico della vita e della morte viene marcato nei suoi dipinti con un colore usato in modo irreale, metaforico, allusivo. Nei suoi quadri, a volte, echeggia lo stile Art Nouveau dell’epoca (linee continue, ritmiche).

Capolavoro assoluto di Edvard Munch fu L’URLO, in cui la deformazione della figura arrivò ad un limite sconosciuto per quell’epoca. L'URLO può essere equiparato per la forza espressiva dell’immagine a un primo piano cinematografico, ed infatti lo stile visionario di Munch ha influenzato molto la più moderna ed efficace tecnica dell’immagine: il cinema.


L’opera dipinta nel 1863 precedente ai contatti con la cultura francese e tedesca, tuttavia è un opera matura e pregnante.
Essa si colloca in un contesto culturale tutto norvegese, e i motivi ispiratori possono essere ricercati nella produzione drammatica di Ibsen.
Il personaggio centrale si proietta fuori dalla tavola e viene a coinvolgere direttamente lo spettatore, mentre la disposizione ondulata delle pennellate e quelle tonalità acidule del viola, del rosso e del giallo generano un’atmosfera lugubre, quasi infernale, certamente angosciante.
Il dipinto è conservato nel Museo Munch di Oslo.
Nel 1944, dopo la morte dell’artista, tutte le sue opere furono donate, per volere di Munch stesso, al comune della capitale. Il problema subito evidente fu lo stato di conservazione delle opere che si presentavano piene di buchi e di lacerazioni, con cadute di colore piuttosto consistenti.
Così si rese necessario un immediato intervento di restauro e di ripristino.
Questi insidiosi inconvenienti erano stati provocati dall’artista stesso che teneva le proprie opere esposte agli agenti atmosferici, affinché si attutissero certe tonalità squillanti. Tale sistema, che il pittore definiva “cura da cavallo”, non fu l’unico responsabile del deterioramento della superficie dei quadri, in quanto sappiamo dai documenti quanto Munch amasse sperimentare tecniche sempre nuove, anche se non sempre sicure.

Quest’opera era stata rubata il 22 agosto del 2004 e venne recuperata dalla polizia norvegese il 31 agosto 2006


Edvard Munch (Loiten, 12 dicembre 1863 - Ekely, 24 gennaio 1944).
Dopo essere stato indirizzato dalla famiglia verso studi tecnici, Munch volle iscriversi alla Scuola Reale di Disegno di Oslo.
In quel periodo fu influenzato dai consigli di Christian Krogh e dalla sua pittura decisamente naturalistica, sensibile alla cultura francese.
La mostra di Oslo del 1889 provocò uno scandalo, ma offrì al giovane artista l’occasione di ottenere una borsa di studio grazie alla quale poté recarsi in Francia e in Germania. Il viaggio in Francia fu fondamentale per aprirlo a una nuova cultura di più ampio respiro.
Inizialmente Munch rimase colpito dai ritratti di Manet, mentre le opere di Gauguin, Van Gogh e Toulouse-Lautrec lo aiutarono a superare il naturalismo iniziale e a impadronirsi degli strumenti per esprimere il senso tragico della vita.
Questo filo conduttore che attraversa la storia di Munch deriva in parte dall'influsso culturale dei personaggi come Ibsen e Strinberg che l’artista ebbe modo di conoscere direttamente.
Nel 1893 ebbe luogo la celebre mostra di Berlino, dove non mancarono i dissensi, ma che certamente preparò la strada alla nascita dell’Espressionismo tedesco e segnatamente al gruppo “Die Brucke”.
Tra il 1893 e il 1918 Munch lavorò al grande ciclo del FREGIO DELLA VITA, progettato per realizzare un grande affresco sull'amore, la vita e la morte e mai compiuto.
Nel 1896 fu chiamato a realizzare le scenografie per il “Peer Gynt” rappresentato al Teatro dell’Opera di Parigi. Purtroppo questa attività fu ostacolata dalla grave malattia che colse l’artista nel 1908 che allora si stabilì definitivamente in Norvegia.
La produzione grafica e litografica di Munch divenne un fondamentale riferimento per gli Espressionisti tedeschi come Kirchner e Schmidt-Rottluff.


VEDI ANCHE . . .



LES DORMEUSES (The sleepers) - Gustave Courbet






LES DORMEUSE (1864)
Gustave Courbet (1819 - 1877)
Museo del Petit Palais - Parigi
Olio su tela cm. 200 x 135

Risoluzione Kb 828 - Pixel 2.544 x 1.656


Due donne nude, sdraiate su di un letto disfatto, si abbracciano appassionatamente.
Dai loro corpi sodi, abbandonati dopo il piacere dell’amore che solo le donne sanno dare, trasuda una carica sensuale volutamente marcata da Courbet.
A rendere l’atmosfera ancora più calda partecipa il ricco arredamento: il comodino su cui sono sistemati dei preziosi vetri e la consolle su cui è un pregiato vaso con fiori.
Le due donne, protagoniste del dolce incanto dell’amore, sono: Jo, la rossa irlandese modella del pittore Whistler, in passato impegnata con Courbet in un dipinto dal soggetto simile a questo e oggi conservato presso il Metropolitan Museum di New York; la bruna è la stessa donna ritratta nel dipinto VENERE PERSEGUITA PSICHE CON LA SUA GELOSIA, distrutto durante i bombardamenti di Berlino nell’ultima guerra mondiale.
La forte carica erotica della scena ha un preciso rapporto con la letteratura romantica di metà secolo, da Balzac a Baudelaire, ma inusuale per Courbet, noto per la sua antipatia per questo genere di riferimenti e sempre attento a dipingere la realtà quotidiana. Appare verosimile che dipingendo una scena erotica abbia voluto, ancora una volta, scandalizzare la critica benpensante.

Il dipinto, firmato e datato in basso a destra, è stato commissionato a Courbet da Khalil-Bey, un egiziano residente a Parigi che in passato era stato ambasciatore turco a San Pietroburgo. L'uomo sapeva che Courbet aveva dipinto una VENERE E PSICHE fortemente erotica (si tratta del distrutto dipinto di Berlino, durante i bombardamenti nell'ultima guerra mondiale).
Recatosi nello studio di Courbet, in Rue Hautfeuille, il quadro era già stato venduto. Da qui la commissione di una tela che ricalcasse le orme della precedente: in questo contesto Courbet dipinse LE DORMEUSES.
Quando nel 1864 Courbet presenta il dipinto al Salon fu subito scartato perché considerato dalla giuria troppo audace. Dopo una lunga sosta presso l’appartamento di Khalil-Bey, dove si trovavano anche altre opere di Courbet, per il quadro inizia un lungo pellegrinaggio da una collezione all’altra di Parigi e solo nel 1953 entra a far parte delle collezioni del Petit Palais.


Jean Desiré Gustave Courbet fu il maggior esponente del realismo, una corrente artistica che, a partire dal 1847, cercò di affrontare direttamente la realtà, cogliendone tutti gli aspetti senza alcuna interferenza emozionale o sentimentale. Nasce il 10 giugno 1819 a Ornans, nel Doubs, figlio di un proprietario terriero. Dopo aver frequentato il Petit-Séminaire di Ornans, entra nel 1873 nel Collège Royal di Besançon. Nel 1840 si trasferisce a Parigi dove diserta i corsi alla facoltà di Giurisprudenza per visitare il Louvre, copiando Velasquez, Rembrandt, Gericault e Delacroix. Si iscrive alla Académie Suisse rivelando la predilizione per i paesaggi della sua terra. Nel 1844 è ammesso per la prima volta al Salon (COURBET AU CHIEN NOIR, Parigi, Musée du Petit Palais), dove espone fino al 1870. Courbet trascorre tutte le estati a Ornans, e compie numerosi viaggi in Europa: fondamentale per la sua formazione artistica è la sua permanenza è la sua permanenza in Olanda nel 1847. Attivo politicamente, partecipa alla rivoluzione del 1848 che determina l'avvento della seconda Repubblica. Dal 1850 frequenta la brasserie Andler dove discute della "nouvelle école" realista con Corot, Daumier e Bonvin, con il filosofo socialista Proudhon, con il critico Champfleury, suo fedele sostenitore e con Baudelaire, da lui ritratto in un dipinto oggi al museo Fabre di Montpellier. A seguito del rifiuto di alcuni suoi quadri (L'ATELIER..., LE BAGNANTI..., IL FUNERALE A ORNANS), all'esposizione universale del 1855, Courbet fa costruire il Padiglione del Realismo presso il Salon, dimostrandosi indipendente da ogni apparato burocratico. Nel 1870 rinuncia alla Legion d'Onore conferitagli dal ministro Maurice Richard. Avendo aderito alla Comune, nel 1871 Courbet viene ingiustamente accusato di essere responsabile dell'abbattimento della Colonna Vendòme. Condannato a sei mesi di carcere e a pagare una penale, torna stanco e deluso a Ornans per trasferirsi, nel 1873, in Svizzera malato di idropisia. Assistito dagli allievi più affezionati muore il 31 dicembre 1877. Nel 1919 il suo corpo è traslato nella sua amata Ornans.


CHARLES BAUDELAIRE - DELFINA E IPPOLITA

Ecco i versi di Baudelaire, tratti da « Donne dannate: Delfina e Ippolita”, in “I fiori del Male”, pubblicati nel 1856, che fu la fonte letteraria che ispirò Courbet per LES DORMEUSES.



Alla pallida luce delle lampade languenti

Su profondi cuscini impregnati di profumo

Ippolita meditava sulle possenti carezze

Che l’avevano spogliata del suo giovanile candore

(…)

Stesa ai suoi piedi calma e piena di gioia

Delfina la covava con gli occhi ardenti

Come un animale forte che sorvegli la sua preda

Dopo averla segnata coi denti.

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)